3. Porec Triathlon

IMG_3397Ci eravamo lasciati esattamente un anno fa..13 ottobre 2014 Porec Triathlon, l’ultima gara di una stagione infinita che mi ha lasciato ricordi indimenticabili che porterò sempre con me. Quest’anno il Porec Triathlon è stata per me l’unica gara della stagione…una stagione che mi ha visto combattere con un fastidio al piede che mi ha impedito la partecipazione alla Maratona di Trieste che con tanta determinazione avevo preparato..e poi ha condizionato tutto il resto della stagione. Arrivo alla gara con una buona preparazione fisica..quest’estate ho nuotato tantissimo sfruttando le calde giornate di luglio ed agosto..in bici non sono riuscito a fare troppi km però la gamba c’era quando si trattava di spingere e cio mi dava una certa tranquillità..nella corsa infine sono stato costante tutta l’estate e nonostante il caldo opprimente sono riuscito a fare pure delle uscite belle lunghe.

Start alle 8 del mattino..acqua cristallina, temperatura dell’aria frizzante (14 gradi…), il sole che sorge..è sempre emozionante tuffarsi in mare dalla piccola spiaggia di Zelena Laguna..un posto incantevole. Nel nuoto so che posso spingere..parto felice, rilassato, leggero come mai prima..scivolo nell’acqua..mi sembra di danzare più che nuotare..una splendida frazione di nuoto, esco dopo soli 35 minuti (x me record sulla distanza..) felice ed ansioso di salire in bici. Il dubbio maggiore riguarda la temperatura dell’aria..avrò freddo? Sono sufficientemente vestito?..dopo le prime pedalate mi rendo conto che e tutto ok..fa meno freddo del previsto, la scelta di indossare lo smanicato antivento sopra il body da gara ed i manicotti è stata azzeccata..i 90 km di sali e scendi passano via alla svelta..la media è buona (33km/h…) sono soddisfatto ed ansioso a questo punto di indossare le scarpette e farmi questi 20 km in mezzo al splendido parco pieno di ulivi..parto deciso primo km a 4.38..le gambe accusano però lo sforzo fatto in bici..inizio ad avere il timore che potrebbe arrivare un crampo di qui a poco..per fortuna invece con il proseguire della gara tutto si stabilizza ed i problemi muscolari se ne vanno..l’obiettivo prefissato è di viaggiare attorno ai 5′ al km..cosi faccio fino al secondo giro quando per puro caso guardo la bacheca dove sono esposti i numeri dei pettorali di coloro che devono scontare delle penalità (solitamente le penalità vengono date per scia nella bici…)…aaargh c’è il 175!!! E’ il mio pettorale…sono costretto ad uno stop forzato di 5’…mai prima d’ora mi era successo..nulla da obiettare comunque sulla penalità..i giudici sanno fare sicuramente il loro lavoro e se il mio comportamento è stato giudicato scorretto mi serva da lezione per la prossima occasione. I sogni di terminare la gara sotto le 5 ore con questi 5′ di stop forzato se ne vanno..alla fine taglierò il traguardo in 5h10’…va benone così!!! Lascio Porec con tanta felicità in corpo e con un pizzico di malinconia..ora la stagione è finita. Non mi rimane altro da fare che salutarvi…ci si rivede nel 2016!! W il TRIATHLON

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.